LE RICETTE A BASE DI PANE

La Panzanella

La panzanella è la classica ricetta di recupero, originaria del centro Italia, se è estate e hai un avanzo di pane è la pietanza giusta da preparare.

La Panzanella

La panzanella è la classica ricetta di recupero, originaria della Toscana e poi diffusasi nelle Marche e nel Lazio; se è estate e hai un avanzo di pane è la pietanza giusta da preparare. È un piatto povero che tradizionalmente veniva consumato da contadini e pescatori.
Esistono due versioni riguardo l’origine del nome ‘Panzanella’, la prima lo ricollega a ‘panzana’, bugia divertente, per via delle chiacchiere divertenti pronunciate durante merenda insieme agli amici, quando il piatto veniva generalmente consumato. La seconda, fa provenire il nome da ‘pane’ e ‘zanella’, zuppiera, richiamando il gesto di mettere il pane nella zuppiera per poi unirlo ad altri ingredienti. Non tutti sanno che la versione della Panzanella con il cetriolo è una delle più aristocratiche, infatti nel Cinquecento il cetriolo proveniva dall’India e veniva consumato esclusivamente dalle famiglie agiate.

Ingredienti

- pane raffermo
- verdure rinfrescante (essendo un piatto tipicamente estivo, si consiglia del cetriolo, pomodori maturi, fave, carote, cipolla rossa e verdure a piacimento)
- foglie di basilico
- acqua necessaria per inumidire il pane (attenzione a non esagerare)
- 1 cucchiaio di aceto bianco - olio evo, sale e pepe

Preparazione

Taglia il pane che hai in modo grossolano, ponilo in una ciotola capiente ed inumidiscilo con la miscela ottenuta mischiando l'acqua, un pizzico di sale e l'aceto bianco.
Lascialo riposare per 20-30 minuti e intanto lava le verdure e tagliale a tocchetti.
Consiglio: dopo aver tagliato la cipolla puoi metterla in un contenitore con dell’acqua fredda per farle perdere un po’ di sapore.
Strizza il pane con le mani per eliminare l'acqua in eccesso, mettilo in un'insalatiera capiente ed unisci le verdure precedentemente tagliate.
Spezzetta il basilico (ed eventuali altre erbe aromatiche come il timo e/o la maggiorana) con le mani. Condisci con olio, sale e un po’ di pepe.
Mescola bene la panzanella e lascia a riposare in frigo almeno un paio di ore prima di servirla e... buon appetito!
Ricorda, nel caso in cui avanzi, puoi conservarla ben coperta in frigo al massimo per un paio di giorni. Come tutti in piatti di tradizione, il giorno dopo è ancora più gustosa!

Section

Scopri le nostre pagnotte

Scopri di più